Suicide Squad: Il viaggio dei personaggi dai fumetti ai film, pronti a Kill the Justice League.

0
19

Le origini della Suicide Squad risalgono al settembre del 1959, quando comparvero per la prima volta sulle pagine della testata The Brave and the Bold. Inizialmente, il gruppo era molto diverso da quello attuale: era una riproposizione di uno squadrone d’assalto nato durante la seconda guerra mondiale, guidato da Rick Flag e comprendente altri tre membri pronti a sacrificare la propria vita per la patria. Eroano l’astrofisico Hugh Evans, il fisico nucleare Jess Bright e l’agente governativa Karin Grace.

Ma è solo nel 1986 che la Suicide Squad assume la caratterizzazione di gruppo di criminali assoldati da Amanda Waller per compiere missioni segrete per conto del governo, sotto la minaccia di una carica esplosiva impiantata nel collo dei membri. La squadra originale era composta da Deadshot, Captain Boomerang, Blockbuster e l’Incantatrice, ai quali venne affidato il compito di distruggere il mostruoso Brimstone in cambio della libertà.

Nel corso degli anni, la formazione del team è cambiata più volte, ma l’idea di base e il tono delle storie sono rimasti invariati, sottolineando l’irrecuperabile vocazione criminale dei membri del gruppo. Personaggi come Deadshot, Captain Boomerang e l’Incantatrice hanno avuto un ruolo centrale nelle varie incarnazioni della Squadra Suicida.

La trasposizione cinematografica della Suicide Squad è stata oggetto di due film. Il primo, uscito nel 2016 e diretto da David Ayer, ha incontrato critiche negative nonostante un buon incasso al botteghino. Il secondo, uscito nel 2021 e diretto da James Gunn, ha invece ricevuto elogi dalla critica ma ha ottenuto un risultato deludente al botteghino.

La Suicide Squad è stata anche oggetto di trasposizione videoludica con il controverso videogioco Kill the Justice League. I personaggi di cui abbiamo parlato rappresentano una via di mezzo fra le versioni fumettistiche e cinematografiche, e il gioco si propone di cogliere i tratti più interessanti dei personaggi per un nuovo pubblico.