Alan Wake 2: il viaggio tra sogno e realtà alla ricerca dell’ispirazione di David Lynch

0
14

finale della storia di Alan Wake. È un nuovo inizio, un’introduzione a ulteriori sviluppi della trama e dei personaggi, che si intrecciano e si sovrappongono in maniera sempre più intricata. Come in Twin Peaks, la trama di Alan Wake 2 presenta una serie di punti enigmatici, di dettagli enigmatici che rendono la trama avvolta in mistero e piena di intrighi.

Entrambi i lavori mettono in luce la complessità del mondo reale e l’incapacità di comprenderne a pieno la natura, attraverso un mix di realtà e surrealtà che si sovrappone, confondendo il confine tra ciò che è reale e ciò che è solo frutto della mente. Rintracciare le influenze del genio di Lynch sul mondo di gioco di Alan Wake 2 diventa, quindi, una sorta di esercizio di stile, che ci permette di immergerci nel labirinto dell’immaginazione e della visione artistica di questi geniali creatori. Siamo stati rapiti dalla visione di Lynch quanto quella di Lake. Entrambi ci stanno trasportando in un universo che fa breccia nella nostra realtà e ci spinge a interrogarci sul significato del “normale”, sul confine tra finzione e realtà, sul mistero che avvolge il nostro mondo. E, proprio per questo, Alan Wake 2 risulta essere un’opera straordinaria che riesce a catturare il pubblico e a portarlo in un viaggio di scoperta e riflessione su una realtà altra che si fa avanti attraverso le pieghe del cosiddetto “normale”.