Le insidie della supposizione: perché è importante non dare nulla per scontato

0
12

L’annuncio del CEO Roberto Sergio a Domenica In continua a suscitare scalpore all’interno della Rai. Il consigliere d’amministrazione Davide Di Pietro ha criticato la scelta di leggere in diretta il comunicato, definendola “improvvida e parziale” e ha espresso il suo dissenso nei confronti di Venier, chiedendo che sia più prudente nel dichiarare che tutti sono d’accordo.

La controversia riguarda l’annuncio pro Israele letto da Mara Venier durante la puntata di Domenica In dedicata al Festival di Sanremo, trattandosi di un comunicato dell’amministratore delegato Rai Roberto Sergio. Le parole della presentatrice rischiano di trasformarsi in un caso nazionale, come sottolineato dal consigliere d’amministrazione Davide Di Pietro, che ha commentato la situazione attraverso un comunicato.

Di Pietro ha dichiarato che su questioni di tale importanza, come il conflitto in Medio Oriente e in risposta al tweet dell’ambasciatore Israeliano a Roma, sarebbe stato necessario agire con maggiore equilibrio e collegialità, soprattutto all’interno del Consiglio di Amministrazione. Ha quindi criticato il comunicato letto durante la trasmissione, definendolo “improvvido e parziale”, e ha sottolineato l’importanza di prendere in considerazione la tragedia della popolazione palestinese, compresi donne e bambini inermi.

Il consigliere ha anche richiamato l’attenzione sul fatto che non esistono morti di serie A o serie B e ha sottolineato il ruolo della Rai come servizio pubblico, radicato nell’articolo 11 della Costituzione italiana.

Infine, il comunicato si conclude con un auspicio rivolto a Mara Venier affinché sia più attenta nelle sue dichiarazioni, evitando di dare l’impressione di una presunta unanimità di pensiero tra i presenti in studio. Il consigliere ha sottolineato la libertà dei colleghi Rai di manifestare il loro pensiero critico in maniera autonoma, senza alcuna necessità di mediazione pubblica.