Il controverso progetto: perché la circolazione non sarà mai approvata

0
61

La commercializzazione del Tesla Cybertruck, il pick-up che ha generato più discussioni di tutti i tempi, dovrebbe essere imminente. Tuttavia, con l’avvicinarsi del lancio sul mercato del veicolo, sorgono sempre più dubbi e incertezze.

Recentemente, abbiamo segnalato ulteriori foto che mostrano possibili difetti nelle portiere del Cybertruck, un fatto già notato sui social da numerosi utenti tempo fa. A ciò si aggiungono i notevoli ritardi nella produzione, dovuti anche alla pandemia di COVID-19 e alla carenza di chip, che rendono ancora incerte le tempistiche per la vendita di massa del Cybertruck.

Mentre alcuni sono convinti che Elon Musk vincerà ancora una volta la sua scommessa, alla luce dei dati che mostrano oltre 1,9 milioni di Cybertruck già preordinati, per un incasso di 190 milioni di dollari solo in preordini (100 dollari a preordine), ci sono molti scettici, tra cui l’esperto di design e collaboratore di Autopian, Adrian Clarke.

Clarke ha focalizzato la sua attenzione proprio sui difetti di allineamento dei pannelli menzionati in precedenza e ha spiegato: “È totalmente irrealizzabile per la produzione. Le tolleranze dei pannelli della carrozzeria sono misurate in millimetri per consentire variazioni nell’assemblaggio e nello stack di tolleranza! Anche questo non ha senso perché non tiene conto dell’espansione e della contrazione termica dei pannelli che avvengono durante la produzione e l’utilizzo del veicolo”.

Ma Clarke va oltre: “Appena abbiamo visto il Cybertruck, tutti coloro che conoscono il settore hanno iniziato a ridere. Pensavamo che non sarebbero mai riusciti a metterlo in produzione”.

Secondo Clarke, il Cybertruck non vedrà mai la luce: “Non c’è modo – afferma – perché non supererà le norme sugli incidenti, non supererà le norme sull’impatto dei pedoni e, cosa più importante, sarà estremamente difficile realizzare quei pannelli dritti”.

È difficile immaginare che Elon Musk abbia avviato una produzione di massa del suo pick-up senza aver ottenuto in precedenza l’approvazione per la circolazione su strada. In ogni caso, attendiamo le prossime notizie per capire come si evolverà la situazione e, soprattutto, quando sarà finalmente possibile acquistare il Cybertruck.