Scopri se hai diritto all’assegno di inclusione: pagamento dal 15 febbraio

0
14

L’Assegno di inclusione ha avuto un inizio difficile con il primo pagamento a causa delle approfondite attività di istruttoria dell’Inps, che ancora non sono finite per alcuni potenziali percettori. Circa una famiglia su quattro ha visto respingere la domanda a causa di varie problematiche, come l’omissione dei membri bisognosi nel nucleo familiare e la mancata firma del Patto di attivazione digitale per la ricerca di lavoro. Il prossimo pagamento dell’Assegno di inclusione è previsto per giovedì 15 febbraio.

Per ottenere l’Assegno di Inclusione, è necessario che il nucleo familiare abbia almeno un componente minorenne, disabile, con almeno 60 anni di età o in condizione di svantaggio e inserito in un programma di assistenza certificato dalla pubblica amministrazione.

Una volta presentata la domanda per l’Assegno di inclusione e acquisita nel sistema, l’Inps avvierà l’istruttoria. Tuttavia, l’esito della domanda è subordinato al riconoscimento dei titoli e, per questo motivo, molte domande sono state sospese per problemi legati ai requisiti.

Se l’approvazione della domanda avviene tra l’8 e il 31 gennaio, il pagamento del 15 febbraio sarà riferito alla mensilità di gennaio; mentre la mensilità di febbraio verrà erogata martedì 27.

L’Assegno di inclusione è solo una delle terminologie che deve conoscere chi intende accedere alle misure che hanno sostituito il Reddito di cittadinanza. Un’altra iniziativa è il Supporto per la Formazione e il Lavoro (Sfl), che è rivolta ai singoli componenti dei nuclei familiari di età compresa tra i 18 e i 59 anni.

La domanda per il Sfl viene presentata all’Inps in via telematica o tramite i Caf. Inoltre, c’è il Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (Siisl), una piattaforma informatica presente sul sito dell’Inps sulla quale accedere per presentare il Patto di attivazione digitale (Pad).

Una volta completato l’iter, è possibile recarsi presso Poste Italiane per ottenere la Carta Adi (Carta di Inclusione). Tuttavia, è importante regolarizzare la propria posizione entro gennaio per incassare il pagamento dell’assegno il 15 febbraio.