Nuovi aumenti record per benzina e diesel: come risparmiare al volante

0
10

In questi ultimi giorni, si è verificato un aumento dei prezzi del carburante per automobili, motociclette e furgoni. Questo aumento è stato causato dall’incremento dei prezzi alla pompa della benzina e del diesel, in conformità con le tendenze internazionali dei prodotti petroliferi. Secondo quanto riportato da Quotidiano Energia, i prezzi della benzina self sono aumentati a una media di 1,853 euro/litro rispetto ai precedenti 1,833 euro/litro, mentre i prezzi del diesel self sono saliti a una media di 1,820 euro/litro dagli 1,797 euro/litro precedenti.

Nei fine settimana recenti, principali distributori come Eni, Q8, Tamoil e IP hanno aumentato i prezzi della benzina e del diesel. La benzina self è ora quotata tra 1,851 e 1,869 euro/litro, mentre il diesel self si situa tra 1,816 e 1,836 euro/litro. I prezzi dei servizi sono stati anch’essi rivisti, con una media di 1,988 euro/litro per la benzina e 1,956 euro/litro per il diesel.

In risposta all’aumento dei prezzi, il Governo italiano ha annunciato l’introduzione di un bonus carburanti di 80 euro, destinato a famiglie meno abbienti, che potranno utilizzarlo non solo per l’acquisto di beni alimentari essenziali, ma anche per l’acquisto di carburante.

Infine, la situazione internazionale, caratterizzata dall’instabilità economica dovuta all’escalation della violenza nel conflitto tra Israele e Hamas, ha contribuito a influenzare i prezzi del greggio e, di conseguenza, i prezzi dei carburanti. Questa complessa situazione internazionale ha causato preoccupazione tra i consumatori, che temono un aumento dei costi simile a quello verificatosi durante l’invasione russa dell’Ucraina nel 2022.