Starshield: il mistero dietro il progetto ombra di SpaceX svelato – Scopri cosa si nasconde dietro questa nuova iniziativa aerospaziale!

0
89

Space X intensifica la sua collaborazione con l’intelligence americana

Space X, l’azienda spaziale fondata da Elon Musk, sta portando avanti un nuovo progetto in collaborazione con l’intelligence americana. Dopo i successi ottenuti con i vettori per il viaggio spaziale, l’azienda si è spinta oltre e ha siglato un contratto segreto con l’Ufficio Nazionale di Ricognizione americano (NRO) per la progettazione di una rete di satelliti spia.

Il contratto, del valore di 1,8 miliardi di dollari, è stato stipulato nel 2021 e prevede la realizzazione di centinaia di micro satelliti che saranno utilizzati per effettuare riprese ravvicinate della Terra. Questa ‘rete’ di satelliti di sorveglianza avrà il compito di operare come un unico gruppo negli strati inferiori dell’atmosfera.

La collaborazione tra Space X e l’NRO solleva diverse domande sul funzionamento di questa rete di satelliti e sulle modalità con cui sarà gestita. Non è ancora chiaro quando diventerà operativa e come si integrerà con gli alleati, soprattutto in Europa. I satelliti identificati finora sono prototipi di Starshield, ma molti dettagli restano ancora sconosciuti.

Secondo quanto comunicato da Elon Musk tramite i social media, la rete di satelliti sarà di proprietà esclusiva degli Stati Uniti e sarà controllata dalla Space Force del Dipartimento di Difesa. Questo sistema potrebbe consentire una risposta rapida in qualsiasi parte del mondo, garantendo un’ulteriore livello di sicurezza per gli americani.

L’NRO, dall canto suo, non ha commentato direttamente la notizia ma ha confermato ufficialmente di essere al lavoro sullo sviluppo di un sistema di intelligence, sorveglianza e ricognizione spaziale. L’obiettivo è quello di essere precisi e flessibili, seguendo l’esempio delle operazioni militari con i droni statunitensi.

In definitiva, la collaborazione tra Space X e l’intelligence americana apre nuove prospettive nel settore spaziale, ma solleva anche interrogativi sul suo impatto e sul suo ruolo nel panorama globale della sicurezza e della difesa.