Merkel: 650 soldati tedeschi inviati in Mali

Il presidente Hollande, però, non è completamente soddisfatto: "Speriamo che la Germania possa fare di più".

0
96
Angela Merkel
La cancelliera tedesca Angela Merkel

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha deciso di inviare 650 soldati in Mali per alleviare lo sforzo francese nella guerra al terrorismo. Il presidente francese François Hollande, però, non è completamente soddisfatto degli aiuti inviati: “Spero che la Germania possa impegnarsi ancora di più contro Daesh in Siria e in Iraq, pur conoscendo le regole che esistono in Germania sugli interventi all’estero. Si tratterebbe di un ottimo segnale nella lotta contro il terrorismo.”

Il Paese della cancelliera, infatti, continua a fare concessioni ma non parla assolutamente di un’operazione in Siria diretta contro l’Isis. L’idea della Merkel continua a ruotare attorno ad una risoluzione politica del conflitto. L’intesa, al momento, sembra più efficace con gli Stati Uniti. La Francia ha già concordato con Washington i prossimi attacchi e le informazioni sui vari obiettivi. La campagna propagandista di Hollande, però, cerca di ottenere anche un appoggio più solido da parte dell’Italia e della Russia di Vladimir Putin.

Cambia, intanto, la posizione francese riguardante i rifugiati. “È nostro dovere accoglierli. È possibile, e ne abbiamo avuto la prova, che dei terroristi possano utilizzare il cammino dei rifugiati, ma siamo sensibili. So quello che la Germania è stata capace di fare per accoglierli”, ha dichiarato il presidente Hollande.