Juve, Allegri: “Lo scudetto? È ancora troppo presto per guardare la classifica”

Massimiliano Allegri: "La squadra ha fatto non una bella partita tecnica, ma in questo momento servono i risultati. Abbiamo centrato la terza vittoria consecutiva direi che è una bella serata, speriamo lo sia anche mercoledì"

0
107

allegri

Ieri sera è andato in scena allo Juventus Stadium il match tra Juventus e Milan, che ha visto i bianconeri allenati da Max Allegri prevalere sulla compagine di Mihajlović per 1 a 0, grazie al gol di Dybala.

A fine partita il tecnico della Juventus intervistato da Sky ha analizzato la partita, evidenziando cosa ha funzionato e cosa manca ancora alla sua squadra per tornare ad esprimere un buon calcio.

“La squadra ha fatto non una bella partita tecnica, ma in questo momento servono i risultati. Abbiamo centrato la terza vittoria consecutiva direi che è una bella serata, speriamo lo sia anche mercoledì”, riferendosi all’incontro di Champions League contro il Manchester City, che potrebbe di fatto ipotecare il passaggio del turno.

Soddisfatto degli attaccanti – “Paulo sta crescendo, come tutti gli altri, ha qualità importanti e sta migliorando anche fisicamente”. L’allenatore è soddisfatto anche della prestazione di Mandzukic: “Sono contento per come sta fisicamente, lavora molto ed è normale che ogni tanto perda un po’ di lucidità. Bisogna imparare a conoscere, lui in area si smarca sempre in un certo modo, dobbiamo essere bravi a cercarlo. Del suo lavoro stasera ne ha beneficiato Dybala”.

Una rimonta difficile – Allegri si sofferma anche sulla rimonta scudetto: “È ancora troppo presto per guardare la classifica e fa comunque un effetto strano stare a -6 perché dovevamo essere almeno tra le prime tre. Ma è stato un turno favorevole perché abbiamo rosicchiato due punti alla Roma e abbiamo superato il Milan. Se inanelli un po’ di vittorie, qualche punto lo recuperi sicuramente, però chi sta dietro non può sbagliare mai”.