Italia, Conte: “Bisogna combattere l’Isis”

Il c.t. della Nazionale: "Abbiamo vissuto queste ore tutti quanti con grande sgomento, siamo rimasti allibiti per quello che è successo. Sono fatti di terrorismo che comunque fanno riflettere"

0
149

antonio conte

Antonio conte, c.t. della nazionale italiana, nella conferenza stampa di ieri si è soffermato sui gravi fatti accaduti a Parigi nei giorni scorsi. Gli attentati e il clima di paura stanno infatti investendo anche il mondo del pallone, come testimonia il rinvio dell’amichevole tra Belgio e Spagna che era in programma per questa sera.

Questa sera alle 20:45 gli azzurri di Antonio Conte affronteranno la Romania nell’amichevole che si disputerà allo stadio Dall’Ara di Bologna. Nella conferenza stampa tenuta ieri, il commissario tecnico oltre che parlare della partita di questa sera, è intervenuto anche sugli attentati terroristici che hanno colpito la Francia lo scorso 13 novembre.

“Abbiamo vissuto queste ore tutti quanti con grande sgomento, siamo rimasti allibiti per quello che è successo. Sono fatti di terrorismo che comunque fanno riflettere, che possono ingenerare della paura, ma sono convinto che bisogna combattere contro questi atti inspiegabili, andando avanti senza farsi intimidire da niente e da nessuno, altrimenti la daremmo vinta al male. E questo non deve accadere”.

L’attenzione deve rimanere alta

 “La soglia di attenzione dovrà essere molto alta. È inutile nasconderlo, se vogliono colpire sono pericolosi. E il tempo non deve far dimenticare che la soglia deve rimanere alta. Bisogna lottare e prevenire con tutte le forze, il tempo non deve far allentare e dimenticare le tensioni”. Conte aggiunge: “La paura è naturale: ma sono convinto che bisogna combattere contro questi atti inspiegabili. Andremo avanti senza farci intimidire da niente e da nessuno, altrimenti la daremmo vinta al male”.