Stati Uniti, bambina di 5 anni gravemente malata rifiuta le cure

I genitori: "Lasciatela scegliere tra il paradiso e l'ospedale."

0
191
bimba rifiuta cure
Julianna, 5 anni, rifiuta le cure e sceglie di morire

È polemica contro due genitori dell’Oregon che hanno deciso di onorare la commovente decisione della loro figlia. Julianna, una bambina di soli 5 anni gravemente malata, ha deciso di rifiutare tutte le cure e lasciarsi morire. La piccola è affetta dalla cosiddetta sindrome di Charcot-Marie-Tooth, una neuropatia motorio-sensitiva ereditaria che colpisce il sistema nervoso periferico.

Anche il prossimo raffreddore potrebbe esserle fatale e sarà comunque molto difficile che i medici riescano a salvarla di nuovo. Ecco perché i genitori hanno acconsentito ad una richiesta così drammatica. Dopo averle chiesto “Julianna se ti ammali di nuovo preferisci restare a casa, che vuol dire andare in paradiso, o andare in ospedale?”, la bimba non ha avuto dubbi: “Non in ospedale, odio l’ospedale.”
In molti, però, non hanno approvato la condotta dei genitori.”Come si può lasciare che una bambina di cinque anni prenda una decisione sulla sua vita?”, scrive una madre sui social network. Anche Art Caplan, docente di bioetica presso la New York University, ha espresso i suoi dubbi: “Che una bambina di 5 anni possa comprendere il concetto della morte è pari allo zero”.
Il dottore di Julianna, però, difende la mamma e il papà: “Julianna non è una comune bambina di cinque anni. In questo caso si fa bene ad ascoltarla.”