La Rampa Domizianea diventa visitabile al pubblico

Dopo cinque anni di restauro la Rampa Domizianea diventa un museo visitabile al pubblico

0
899
Rampa Domiziana
La Rampa Domiziana

Nuova apertura a Roma per un altro tesoro dei Fori Imperiali, la Rampa Domizianea. Un corridoio del I secolo d.C. che sale, per oltre 200 metri attraverso il Foro romano, i pendici del colle Palatino. Si tratta di un edificio scoperto nel 1900 e mai aperto al pubblico fino ad oggi. 

La Rampa Domizianea si chiama in questo modo perché deve il suo nome all’Imperatore Domiziano. Scoperta nel 1900, veniva utilizzata come ingresso ai palazzi imperiali sul Palatino. La Rampa è composta completamente da murature a sacco, con una pavimentazione originaria e le sue volte misurano un’altezza dai 9 ai 12 metri. L’architetto dei lavori Claudia Del Monti ha affermato che questa struttura oggi è divenuta un museo con un’esposizione di numerosi reperti, rinvenuti durante il restauro, ossia dopo oltre 110 anni. E quindi ha aggiunto: “Oggi la Rampa rappresenta un sistema composto di corridoi e presenta alcuni spazi di supporto al percorso principale“.

Inoltre, l’archeologa del restauro Patrizia Fortini ha sostenuto che la Rampa Domizianea costituisce un unicum a Roma. Ha infatti affermato che: “grazie ai suoi vasti spazi perfettamente conservati, testimonia il gigantismo dell’architettura imperiale di Roma”. Dal 20 ottobre sarà visitabile al pubblico, il quale ha atteso 5 anni di restauro.