Raul si ritira dal calcio giocato

L'attaccante spagnolo lascia dopo una carriera leggendaria.

0
151
Raul
Raul dà l’addio al calcio giocato.

L’ex attaccante del Real Madrid Raul Gonzalez Blanco ha scelto di ritirarsi dall’attività agonistica all’età di 38 anni.

Dopo 21 stagioni ad alti livelli, il centravanti spagnolo Raul ha scelto di appendere gli scarpini al chiodo. La sua carriera è indissolubilmente legata al Real Madrid, squadra nella quale ha militato dal 1994 al 2010 dopo essere cresciuto tra i rivali dell’Atletico. A 38 anni, il calciatore ha così deciso di abbandonare l’attività agonistica al termine della stagione in corso, durante la quale vuole portare il club americano dei New York Cosmos a vincere il campionato.

“Non è mai facile un momento come questo – spiega l’ormai ex bomber della nazionale spagnola – ma credo che sia arrivato il momento giusto per dire addio. È stata una decisione molto complicata”Raul ha anche parlato della sua ultima esperienza nei Cosmos e dei propositi per il futuro immediato: “La mia decisione è quella di ritirarmi alla fine della stagione. Nel frattempo voglio finire al meglio questo campionato e aiutare la mia squadra a vincerlo”.

Raul Gonzalez Blanco è nato a Madrid il 27 giugno del 1977 e ha esordito all’età di 10 anni con il San Cristóbal de los Ángeles. Dopo due anni all’Atletico Madrid, inizia la sua lunga epopea al Real, corredata da un palmares da urlo: 6 titoli spagnoli, 4 Supercoppe di Spagna, 3 Champions League, 2 Coppe Intercontinentali e 1 Supercoppa UEFA. Nel 2010, il trasferimento al club tedesco dello Schalke 04 e la conseguente conquista di Coppa e Supercoppa di Germania. La sua carriera è proseguita tra il Qatar (Al-Sadd) e gli Stati Uniti prima del suo addio. Con i blancos, un totale di 741 presenze e 323 gol. Un primato superato soltanto da Cristiano Ronaldo in tempi recenti. Conta anche 102 presenze e 44 reti con la maglia della nazionale spagnola. Un altro autentico fuoriclasse che lascia il calcio.