Nazionale: l’Italia di Conte batte la Norvegia

Gli azzurri arrivano primi nel girone di qualificazione ad Euro 2016.

0
138
Nazionale
Italia batte Norvegia 2-1. La Nazionale prima nel suo girone.

La Nazionale italiana batte 2-1 la Norvegia e conquista il primo posto nel suo girone di qualificazione agli Europei 2016.

L’Italia chiude da imbattuta il Gruppo G delle qualificazioni alla fase finale degli Europei 2016, che si svolgeranno in Francia. La Nazionale azzurra, guidata dal Commissario Tecnico Antonio Conte, batte anche la Norvegia per 2-1, dopo aver rimontato dallo svantaggio iniziale. Un risultato che però non basta per fare in modo che l’Italia sia inserita tra le teste di serie nella competizione continentale.

Gli azzurri partono subito forte e creano ben cinque palle gol nel primo quarto d’ora. Florenzi sembra molto carico e Pellè sfiora la rete in un paio di circostanze, ma al 23mo minuto succede l’imponderabile. In una mischia su calcio d’angolo, il pallone giunge al norvegese Tettey, che porta in vantaggio i suoi con una conclusione da fuori area. In questo momento i nordici sono qualificati e primi nel girone. La Nazionale reagisce con grinta si avvicina di nuovo al bersaglio grosso con Soriano e Florenzi, ma il primo tempo si conclude con uno svantaggio immeritato.

La ripresa ricalca le tematiche del primo tempo. Conte sostituisce Eder per infortunio inserendo Giovinco. Fuori anche il fischiatissimo Montolivo e Barzagli, dentro Bertolacci e Candreva. L’Italia torna al 4-4-2 e diventa più efficace. Giovinco crossa al centro, svarione della difesa scandinava e Florenzi non sbaglia. Poco dopo, al romanista viene annullato un altro gol per un fuorigioco inesistente. Ad otto minuti dalla fine, Giovinco serve Florenzi che crossa dalla destra: Pellè si fa trovare pronto e concretizza il sorpasso.

La Nazionale conquista il primo posto nel suo girone e si qualifica insieme alla Croazia. La Norvegia dovrà affrontare l’onta degli spareggi. Negli altri gruppi, fa scalpore l’eliminazione dell’Olanda in un torneo nel quale c’erano due posti a disposizione e il terzo valeva almeno i play-off. La Turchia si qualifica agli Europei in qualità di migliore terza.