Prezzi del diesel e benzina in discesa

Prezzi del carburante in discesa. Ecco i prezzi

0
162
benzina
Prezzi carburante in discesa

Nuovi ribassi per i carburanti su tutta la rete italiana. Dopo 24 ore di diminuzione del prezzo del petrolio infatti, le compagnie petrolifere hanno ritoccato a ribasso i prezzi dei carburanti. Ad oggi, le diminuzioni sono: IP (-0,7 cent/litro), TotalErg (-1 cent), Q8-Shell (-1 cent), Tamoil (-1 cent) ed Esso (-1 cent sulla verde e -0,5 cent sul gasolio).

Questa è una novità, soprattutto nel periodo delle ferie estive. Ogni anno, infatti, le compagnie erano solite alzare i prezzi, in concomitanza con gli esodi vacanzieri. Uno studio del “Quotidiano Energia” ha reso noti i range dei prezzi in tutta Italia: il prezzo praticato per la verde nei self service è compreso (a seconda della compagnia) tra 1,581 euro e 1,619 euro/litro. I distributori “free” (quelli senza marchio) risultano i più economici (1,574 euro).

Per il diesel in modalità self service, il prezzo oscilla tra 1,391 euro  e 1,425 euro. Anche sul diesel, i distributori senza marchio sono i più economici (1,574 euro). Tutti i prezzi elencati sono quelli consigliati dalle società. Ogni distributore, infatti, ha il diritto di aumentare il prezzo in modo arbitrario. E’ sconsigliabile fare benzina in autostrada, dove il carburante subisce un forte rialzo, soprattutto nel periodo estivo.

Questa flessione è causata dalla diminuzione del prezzo del petrolio a barile. Dopo che l’Iran ha rinunciato alla costruzione della bomba nucleare, la coalizione internazionale ha levato l’embargo al paese arabo. Con l’ingresso dell’Iran nel mercato petrolifero, la quantità di oro nero è raddoppiata sul mercato, provocando un abbassamento dei prezzi. Nonostante questo, in Italia il prezzo dei carburanti è ancora alle stelle. Il problema sono le accise che incidono per i 52 per cento su un litro di carburante.