“Terminator Genisys”, 31 anni dopo Schwarzenegger è ancora un cyborg

0
209

terminator-genisys-script-matth-smith-character-620x350

Esce il 9 luglio il quinto episodio della saga fantascientifica creata da James Cameron. Tgcom24 vi presenta una featurette con intervista al regista e immagini inedite

Arriva nei cinema italiani il 9 luglio “Terminator Genisys”, nuovo episodio della saga di Terminator che vede Arnold Schwarzenegger tornare al ruolo del cyborg che arriva dal futuro. Tgcom24 vi presenta una featurette esclusiva con il commento di James Cameron, regista dei primi due film: “Per me – dice il regista – questo è il vero terzo episodio. Con un’inversione di ruoli tra buoni e cattivi che rappresenta un vero colpo di scena”.

In questo nuovo episodio quando John Connor (Jason Clarke), leader della resistenza umana spedisce il sergente Kyle Reese (Jai Courtney) indietro nel 1984 per proteggere Sarah Connor (Emilia Clarke) e per salvaguardare il futuro, un evento inaspettato crea una frattura nella linea temporale. Il sergente Reese si troverà in una nuova e sconosciuta versione del passato, dove si troverà di fronte ad improbabili alleati, tra cui il Guardiano (Arnold Schwarzenegger), nuovi pericolosi nemici, e una nuova missione inaspettata: azzerare il futuro…

La linea temporale non si è spezzata solo nella storia raccontata, ma anche nella storia della saga di Terminator. Dopo “Terminator Salvation”, del 2009, che doveva di fatto aprire una nuova trilogia, varie peripezie di produzione hanno portato a questa nuova avventura diretta da Alan Taylor, che vede risalire a bordo Schwarzenegger. Dal 1984 del primo episodio sono passati 31 anni. Il cyborg da lui interpretato ha per forza cambiato pelle, ma in questo caso può essere un ulteriore motivo di interesse. Cameron, che in “Terminator Salvation” aveva scritto solo il soggetto, ha seguito questo nuovo progetto solo in versione fan, ma è pronto a giurare che questo sia il “vero” terzo capitolo della saga, quello che si riunisce ai due film da lui diretti e che idealmente chiude il cerchio.

[Via]