Perché i tatuaggi sono permanenti?

Con gli aghi viene iniettato l'inchiostro e il tatuaggio genera un'infezione cronica che diventa permanente. I colori sono più difficili da eliminare con la tecnica laser

0
113
tatuaggi
I tatuaggi sono permanenti, ma perchè?

Amore per la propria madre, un’àncora, fiori o altri motivi classici per i tatuaggi non si cancelleranno mai dalla nostra pelle. E questo perché, a livello cellulare, la deposizione di pigmento che forma si comporta come una sorta di infezione cronica. Quando il tatuaggio perfora l’epidermide attraverso il suo ago, lo strato più superficiale della pelle, fino a raggiungere pochi millimetri di profondità nel derma, lo strato più profondo del tessuto cutaneo, di solito ricco di nervi, follicoli piliferi, ghiandole sudoripare e vasi sanguigni.

Ciò genera una piccola ferita che avvisa il sistema immunitario e innesca il processo infiammatorio corrispondente. La conseguenza immediata è che le cellule immunitarie chiamate “macrofagi” vengono in salvataggio, nel tentativo di eliminare l’elemento estraneo. Ignare del fatto che quello che hanno appena assorbito le macchierà per sempre.

In altre parole, il motivo per cui i tatuaggi rimangono sempre sulla pelle è che l’inchiostro giace sul derma profondo. Mentre costantemente si rinnovano le cellule, il metabolismo del derma non esegue il rinnovamento cellulare, per cui l’inchiostro non viene rimosso e i tatuaggi rimangono per tutta la vita se non rimosso con la tecnica laser.

Cosa succede se ci si stanca del nostro tatuaggio o si arriva ad odiarlo? Secondo alcuni sondaggi, tra l’80% e il 90% delle persone che hanno tatuaggi vogliono rimuoverlo ad un certo punto della loro vita. Anche alcuni dermatologi dicono che la crescente tendenza del tatuaggio e, quindi, l’aumento del numero di tatuaggi, ha portato un aumento del desiderio di eliminarli. Tuttavia, anche con il trattamento laser moderno cancellarli può essere doloroso, costoso e lento. Rimuovere un piccolo tatuaggio può costare fino a 1.400 dollari. Quelli multicolore sono quasi impossibili da rimuovere, soprattutto se sono di grandi dimensioni. Non è il nero, ma i più difficili da eliminare sono i verdi, viola, rossi e gialli.

Attualmente, alcune aziende usano un metodo di rimozione del tatuaggio che utilizza la nuova tecnologia laser Q-switched, che facilita la rimozione dei colori difficili più velocemente e in modo meno dannoso per la pelle. Con questi laser non si rimuovono le particelle di inchiostro, ma le si rompono in porzioni molto più piccole, che vengono poi eliminate dal sistema linfatico. Questo trattamento di rimozione richiede dalle 8 alle 15 sedute, a seconda della zona in cui il tatuaggio è, l’età dell’inchiostro, la profondità, il volume e il colore che ha acquistato. Q-switched agisce solo sul pigmento tatuaggio.