300 droni Intel illuminano il Super Bowl di Lady Gaga

Sono droni specializzati nell'intrattenimento. Sono gli Shooting Stars di Intel, ovvero i droni che con le loro luci a LED hanno illuminato lo show del Super Bowl

0
51
intel
Ecco i droni da intrattenimento Intel

E dopo smartphone, dispositivi indossabili ed elettrodomestici intelligenti, ora anche i droni. Questo sembra essere il viaggio che Intel ha intrapreso nel tentativo di guadagnare terreno nei mercati al di fuori di quello tradizionale dei PC. Anche se, ora, si punta a un segmento più di nicchia dove si potrebbe effettivamente regnare incontrastati per qualche tempo. E quale modo migliore per farlo se non lanciando 300 di quei droni nel corso dello spettacolo del Super Bowl Halftime?

Il Super Bowl è diventato una possibilità privilegiata per le aziende, anche quelle tecnologiche, che non hanno esattamente collegamenti diretti con lo sport, per pubblicizzare i propri prodotti. Intel, naturalmente, non è diversa da queste, ma è riuscita a vincere su tutti ottenendo uno spazio nel corso dell’halftime più ambito. Naturalmente, ha dovuto condividere quello spazio con Lady Gaga che, in realtà, era il centro di attrazione. Ma, anche solo per pochi brevi momenti, Intel è stata in grado di catturare l’attenzione del pubblico con uno spettacolo di luci e coreografia.

Questo è stato reso possibile dai quadcopter “Shooting Star” di Intel. In pratica, si tratta di droni dotati di luci a LED molto luminosi che possono essere programmati per visualizzare qualsiasi colore a scelta. Essendo droni, questi possono essere programmati per volare in alcune formazioni e cambiare i colori in determinati momenti. L’effetto finale è uno spettacolo di luci e, nel caso di ieri sera, i droni hanno formato la bandiera degli Stati Uniti all’inizio della performance di Lady Gaga mentre, alla fine, hanno sponsorizzato il logo della Pepsi così come anche il proprio, di Intel.

I droni “stelle cadenti” non reggeranno il confronto con i droni commerciali professionali, ma non è certo questa l’intenzione di Intel. Al contrario, questi stanno per essere commercializzati per i più svariati usi di intrattenimento; in pratica, una vera e propria sostituzione dei più costosi, più pericolosi e più difficili da controllare fuochi d’artificio e materiali simili. I droni, tuttavia, potrebbero però avere bisogno di ulteriore lavoro sul lato legale, considerando restrizioni normative vigenti in materia di quando e dove possono volare. Intel, infatti, ha dovuto affrontare queste tematiche e richieste per aggirare tali limitazioni. Ma, almeno per ora, con nessun altro sistema di droni simile sul mercato, Intel può rivendicare il trono dei droni da intrattenimento.