Anche Huawei a lavoro su processore a 10 nanometri

Kirin 970 si profila già all'orizzonte: è il processore a 10 nanometri di Huawei. Una sfida a Apple e Samsung che il produttore cinese lancia per alimentare i suoi terminali

0
104
huawei
Anche Huawei a lavoro su nuovo processore

Dopo che Qualcomm e Samsung hanno annunciato in contemporanea la produzione di chipset a 10 nanometri e il susseguirsi di voci circa l’imminente sviluppo di un processore Made by Apple, anche Huawei starebbe lavorando su una piattaforma di produzione a 10 nanometri per la “famiglia” Kirin SoC (System on a Chip).

Secondo quanto emerge da alcune indiscrezioni online, Kirin 970 (come ci si aspetta potrebbe essere chiamato il processore) sarebbe in grado di migliorare le prestazioni degli attuali Kirin 960, realizzati con processori a 16 nanometri. In questo modo, si potrebbe procedere ad un notevole miglioramento delle prestazioni e del consumo energetico dei dispositivi mobili.

In effetti, il processo di produzione a 10 nanometri di Samsung per Snapdragon 835 può al moneto consentire fino al 30 per cento in più di prestazioni dell’attuale piattaforma da 14 nanometri. E si potrebbe giungere a risparmiare fino al 27 per cento di potenza.

Sebbene però non si sappia quando entrerà in produzione non solo per i test di prova, ma anche per una commercializzazione di massa, si prevede che i processori Kirin 970 possano essere disponibili su diversi dispositivi Huawei, soprattutto nella linea Mate.

Il 2017, dunque, si profila un anno molto interessante in termini di processori e non molto tempo prima di iniziare a vedere all’attivo questi chip “in passerella” su palcoscenici internazionali come il CES di Las Vegas e i debutti ufficiali al MWC di Barcellona. Qualcomm, MediaTek, Samsung e Huawei hanno tutti lo stesso obiettivo, a quanto pare. Ovvero quello di puntare al potenziamento del cuore dei propri device, mentre Xiaomi sembra “solo” voler partecipare alla festa. Dobbiamo aspettarci qualcosa anche da quest’azienda?

Detto questo, il 2017 si prospetta davvero un anno interessante.