Virus H1N1: muore una donna, grave sua sorella

Il virus H1N1 colpisce a Sulmona. Una donna 53enne è deceduta a causa dell'influenza suina. La sorella 50enne, invece, versa in gravi condizioni.

0
68
virus h1n1
Il virus H1N1 continua a mietere vittime.

Il virus H1N1 colpisce ancora. A Sulmona, una donna 53enne è deceduta a causa del virus della cosiddetta “febbre suina”. La sorella della donna, una 50enne è ricoverata in ospedale e versa attualmente in uno stato critico.

Virus H1N1: i soggetti più a rischio

La diagnosi è stata effettuata da alcuni medici del Policlinico Umberto I di Roma. È proprio qui che adesso si trova la sorella della donna 53enne deceduta dopo aver contratto il virus H1N1. Questo è stato un dramma nel dramma. Infatti la donna era disabile, e aveva già dei disturbi cronici aggravati da una forte depressione. La 53enne, infatti, viveva in casa con la sorella.

Intanto le autorità non vogliono creare inutili allarmismi. In una nota, infatti, si legge: “Nessun allarme per la febbre suina (H1N1) la situazione sotto controllo. Si tratta di una patologia che si manifesta con le caratteristiche dell’influenza e che si trasmette per via area”.

Chi sono i soggetti più a rischio? “In genere (il virus H1N1, ndr) attecchisce su soggetti in stato debilitazione e con difese immunitarie basse; l’esistenza di condizioni di degrado igienico-sanitarie inadeguate può sicuramente costituire un habitat favorevole all’insorgenza del virus” (la casa in cui abitavano le due donne, infatti, versava in condizioni igienico-sanitarie pessime).

Sempre in una nota dell’ASL si legge: “ Il vaccino per l’influenza stagionale è una protezione che alza le difese contro il virus H1N1. L’insorgere di casi del tutto sporadici, che allignano quasi sempre su persone con difese indebolite, rientra nel dato fisiologico della possibilità di trasmissione della malattia. La Asl, come misura immediata e basilare, ha attivato tutte le procedure necessarie per gli accertamenti del caso”.

“llo stato attuale”, prosegue il comunicato, “la situazione è sotto controllo e non desta preoccupazioni”.