Cina: sgomberate 9.000 persone per il radiotelescopio più grande del mondo

Cina: più di 9.000 persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case per fare spazio ad un enorme radiotelescopio.

0
192

Cina: sgomberate 9.000 persone per il radiotelescopio più grande del mondo

È accaduto in Cina, nella provincia di Guizhou: 9.110 persone sono state costrette a cambiare casa per fare spazio al FAST (Five-hundred-meter Aperture Spherical Radio Telescope), un enorme radiotelescopio con 500 metri di apertura.

Li Yuecheng, segretario generale del Comitato provinciale della Conferenza politica consultiva del popolo cinese, ha spiegato che la richiesta prevedeva di spostare gli abitanti nel raggio di 5 chilometri dal radiotelescopio, in modo da creare una zona idonea al rilascio delle onde elettromagnetiche e senza interferenze.

L’obiettivo di questa enorme costruzione è quello di rilevare i segnali di eventuali presenze aliene. Il radiotelescopio, gioiellino della tecnologia e della ricerca cinese, sarà completato a settembre 2016.

I residenti costretti ad abbandonare le proprie case riceveranno 12.000 yuan (circa 1.650 euro) in sussidi da parte del governo e le minoranze etniche potrebbero ottenere ulteriori 10.000 yuan (circa 1.376 euro). Per la costruzione, iniziata nel 2011, è previsto un costo totale di circa 1,2 miliardi di yuan (164 milioni di euro). Un’opera molto simile esiste anche a Porto Rico, ma in questo caso il radiotelescopio ha un’apertura di “soli” 300 metri.

Il FAST sarà rivestito con 4.600 pannelli triangolari che rifletteranno le onde radio: ciò consentirà agli scienziati di captare segnali lontani anche miliardi di anni luce.