Perchè la penna BIC ha un foro sul tappo?

Perchè la penna BIC ha un foro sul tappo? Questione di sicurezza, spiega la stessa azienda. Vi spieghiamo perchè

0
206

Bic Pens

La mitica penna BIC. Ci abbiamo imparato a scrivere, ci abbiamo giocate, ne abbiamo esplose fino a sporcarci di inchiostro sulle mani. Ma a cosa serve quel piccolo foro sulla punta del tappo?

La reale motivazione di quel foro è semplicemente una questione di sicurezza. E’ la stessa azienda a spiegare una curiosità che ha interessato diverse generazioni. Quel foro, infatti, è stato ideato al solo scopo di evitare il soffocamento dei bambini, ma anche degli adulti, nel caso in cui questi dovessero ingerirlo involontariamente. Grazie a quel foro, infatti, l’aria è in grado di penetrare e consentire alla persona di continuare a respirare. Ovviamente, sempre in attesa che i soccorsi non giungano a ripristinare la situazione.

Un altro motivo, ma strettamente legato alla funzionalità della penna, è quello di evitare eventuali perdite di inchiostro. In tal modo, infatti, questo si “secca” a contatto prolungato con l’aria.

Breve storia della penna BIC

La penna BIC nasce nel 1945 da un’idea del barone Marcel Bich, da cui il nome. Questi intraprese un business con la produzione di matite e penne stilografiche. Alcuni anni dopo, nacque la celebre penna a sfera. Privata della “H” del nome del suo inventore, per una questione di semplicità nella pronuncia, la BIC divenne la penna più usata. Nata in Italia, presto venne esportata anche in Brasile, Regno Unito e Stati Uniti.

Il suo slogan “Writes first time, every time” (Scrive al primo colpo, sempre), le vendite conobbero ben presto un’impennata. Le sue modifiche nel tempo, innanzitutto nel prezzo (da 29 centesimi a 10), la resero sempre più semplice da usare e formidabile nelle prestazioni. E, presto, acquisì la sua inconfondibile struttura trasparente, perfetta per tenere sotto controllo l’inchiostro, e la forma esagonale pensata per permettere alla penna di non scivolare dal banco.